Afghanistan, Hillary Clinton contro il ritiro delle truppe USA

«Si rischiano conseguenze enormi»: l’ex-Segretario di Stato americano e candidata alla Casa Bianca, Hillary Clinton, si è espressa così sul ritiro delle truppe Usa dall’Afghanistan dopo vent’anni di guerra, annunciato dal Presidente Joe Biden ad aprile.

Continua a leggere

Regno Unito, inversione di rotta sul disarmo nucleare

Dal Regno Unito arriva un’inversione di rotta sul disarmo nucleare: per la prima volta in trent’anni, il limite al numero di testate nucleari aumenterà. Il Governo britannico ha annunciato che il nuovo limite sarà di 260, mentre il programma di abbassare il tetto da 225 a 180 è stato abbandonato. Uno dei cinque Paesi cui è permesso di possedere il nucleare per il Trattato di non proliferazione, il Regno Unito è l’unica potenza a schierare unicamente sottomarini (quelli del programma Trident) come piattaforma di lancio di armi nucleari.

Continua a leggere

Quando Bush decise di invadere l’Iraq

«Sapevamo che era una guerra fondata sulle bugie», ha affermato il Cardinale Fernando Filoni, ex-nunzio in Iraq, nell’intervista rilasciata al Messaggero alla vigilia del viaggio di Papa Francesco nella Mezzaluna fertile. Dall’invasione americana, che rovesciò il dittatore Saddam Hussein, sono passati 18 anni. Ma le ferite del conflitto e di ciò che ne seguì sono ancora apertissime nel Paese che dal 5 all’8 marzo ha accolto il Vescovo di Roma. To Start a War – How the Bush administration took America into Iraq del giornalista Robert Draper (Penguin Press, 2020) ricostruisce minuziosamente il processo decisionale che portò il 43esimo presidente degli Stati Uniti, George W. Bush a scegliere di iniziare questo conflitto.

Continua a leggere